Finanziamenti: online, veloci e sotto i 10 mila euro i più richiesti

Ottenere un finanziamento è diventato più semplice da quando è stato reso possibile chiedere di essere finanziamenti direttamente con una procedura online. I clienti possono chiedere diverse tipologie di finanziamento e tra le tante disponibili i prestiti veloci per una cifra minore di 10 mila euro sono quelli più gettonati, anche perché sono piuttosto semplici da ottenere.
Come chiedere un prestito da 10.000 euro?Per chiedere un prestito da 10.000 euro o di cifra inferiore si può fare tutto online. Molti istituti di credito offrono addirittura la possibilità di accedere al finanziamento anche senza la busta paga: questo è uno dei vantaggi dei piccoli finanziamenti, che infatti sono molti richiesti da coloro che hanno bisogno di piccole somme che siano disponibili in poco tempo.
Trattandosi di una cifra di denaro ridotta l’ottenimento del finanziamento è semplice e solitamente non viene negata l’erogazione del denaro, a meno che non ci sia alcun tipo di garanzia, il che non renderebbe possibile per l’istituto di credito un’erogazione del denaro in tranquillità.

Ogni società finanziaria ha sul sito ufficiale una procedura online semplificata, che può essere portata a termine in pochi minuti. Questo anche grazie al fatto che non sono richiesti tutti i documenti necessari per richiedere un finanziamento di una cifra elevata, dal momento che è una piccola somma quella che si sta chiedendo in prestito e che le probabilità che il denaro non venga restituito sono basse.

Scegliere la durata e calcolare la rata

La scelta della durata del finanziamento è una fase delicata, anche se si tratta di un piccolo prestito da 10.000 euro o meno. Gli istituti di credito danno la possibilità di restituire l’intera somma e gli interessi dovuti in periodi di tempo molto variabili: si va da una restituzione veloce in 24 mesi, fino ad arrivare a finanziamenti più lunghi della durata di 120 mesi.

Trattandosi di una piccola cifra, il consiglio che viene solitamente dato è di scegliere un periodo breve per la restituzione. Il tasso di interesse infatti dipende dalla durata del finanziamento, il che spiega come mai una restituzione con un maggior numero di rate comporterà anche un costo maggiore totale per l’operazione finanziaria.

Il calcolo della rata viene fatto dopo aver stabilito la cifra chiesta in prestito e la durata del finanziamento, tenendo conto anche degli interessi che il cliente dovrà pagare all’istituto di credito e che costituiscono il guadagno per la società ed il costo dell’operazione per l’investitore.

Tipologie di finanziamento per prestiti da 10mila euro

Per ottenere un finanziamento di 10mila euro o di una cifra ancora minore si può scegliere una delle tre tipologie di prestito:

  • 1. Prestito personale
  • 2. Cessione del quinto
  • 3. Prestito cambializzato

Nel caso del prestito personale l’addebito delle rate per la restituzione del denaro avviene direttamente sul conto corrente del cliente. Scegliendo questa tipologia la concessione del finanziamento sarà veloce e si potrà ottenere la cifra richiesta nel giro di poche ore.

In alternativa si può scegliere il finanziamento con cessione del quinto. Questa tipologia è pensata per i clienti che percepiscono ogni mese la busta paga oppure la pensione, dal momento che ogni mese viene detratta dalla cifra incassata un quinto del valore, al quale corrisponderà la rata.

La terza tipologia è il prestito cambializzato, nel quale la restituzione della cifra ottenuta avverrà con degli addebiti sullo stipendio ogni base (la cifra degli addebiti sarà scelta dal cliente in base alla durata dell’operazione). Questa tipologia è rivolta solo ai lavoratori dipendenti e con contratto a tempo indeterminato, mentre non è accessibile a chi ha un lavoro autonomo o ha un lavoro da dipendente ma con un contratto a tempo determinato.