Prestiti Agos: nuovi prodotti e tassi di interesse

Dietro la richiesta di un prestito possono celarsi le ragioni più disparate. C’è chi ne chiede uno per affrontare un periodo di difficoltà economiche ed invece chi ne ha bisogno per ampliare o rinnovare la propria attività; c’è chi lo richiede per se stesso e chi invece vuole dare un supporto concreto ad una persona cara; e ancora, c’è chi vuole acquistare casa, chi vuole effettuare dei lavori di ristrutturazione e chi magari vuole acquistare un nuovo mezzo di trasporto. Detto ciò, a prescindere dalle motivazioni che possono spingere un cittadino verso un prestito, esiste un modo rapido ed efficace per richiedere un finanziamento, in modo tale da potere raggiungere i propri obiettivi: stiamo parlando dei prestiti Agos, una società finanziaria operante nei settori del credito al consumo e dell’erogazione del credito. Ma quali sono i requisiti necessari per richiedere un finanziamento con Agos? Quali sono i documenti da esporre? E ancora, quali sono i nuovi prodotti ed i tassi di interesse più interessanti messi a disposizione dall’azienda milanese del gruppo Montedison?

Come richiedere un finanziamento Agos

Da qualche anno a questa parte il gruppo Agos ha optato per la semplificazione, in modo tale da agevolare il maggior numero possibile di utenti. Questo vuol dire che per richiedere un prestito non è più necessario compilare pile su pile di documenti e, soprattutto, non è più necessario fornire elenchi di dati personali. Oggi infatti, per richiedere un finanziamento a questa società finanziaria, è necessario avere sotto portata di mano soltanto 3 documenti quali la carta di identità, il codice fiscale ed un documento di reddito. Si tratta del minimo indispensabile per fare sì che la banca possa accertare l’identità del cliente prima di dare il via ad una qualsiasi pratica o procedura. Nello specifico i 3 documenti di cui sopra sono fondamentali per accertare ad esempio che il cliente in questione non sia stato segnalato come cattivo pagatore, non sia protestato o non abbia ulteriori finanziamenti attivi a proprio carico. A ciò si aggiunga che chiaramente le informazioni di cui sopra servono inoltre ad intestare il prestito in maniera inequivocabile.

Prestiti per liberi professionisti

Come è facile intuire, il documento di reddito a cui si accennava nel paragrafo precedente deve essere allegato per permettere all’istituto erogante di ottenere delle garanzie sul cliente per quello che riguarda la sua condizione dal punto di vista finanziario: una procedura inevitabile e mossa dalla necessità di cautelarsi dal cosiddetto “rischio insolvenza”, ovvero dall’eventualità che il cliente non rimborsi il prestito richiesto. Questo però non vuol dire che i prestiti siano a disposizione soltanto di coloro che hanno una posizione lavorativa stabile. I finanziamento Agos sono possono infatti venire richiesti anche da lavoratori con contratto a tempo determinato e addirittura da liberi professionisti, a patto che riescano a dimostrare una situazione reddituale considerata sicura: spesso infatti basta dimostrare di avere un’entrata fissa che soddisfi le richieste della banca per vedere erogato il prestito di cui si ha bisogno.

Perchè scegliere i prestiti Agos

I prestiti Agos sono semplici, sono flessibili e sono pensati per soddisfare le esigenze più disparate. Parliamo di prestiti semplici perché per chiederli è sufficiente visitare il sito di riferimento, attraverso cui è possibile richiedere importi pari fino a 30.000 euro. Importi che, tra l’altro, verranno erogati in meno di 48 ore a seguito dell’accettazione della richiesta. Parliamo di prestiti flessibili perché il gruppo Agos permette di saltare una rata o addirittura di modificare l’importo delle rate durante il finanziamento a costo zero, senza quindi aggiungere ulteriori spese relative al prestito in questione.