Trading online: tutto quello che devi sapere sul mercato azionario

Il trading online è, ad oggi, una delle forme d’investimento più sfruttate. Ciò non deriva solo dalla comodità di poter operare nelle borse di tutto il mondo stando comodamente seduti davanti al PC di casa, ma anche dalla possibilità di affidarsi a portali gestiti da broker esperti nel settore; il broker rappresenta l’intermediario tra l’investitore e le azioni e dev’essere uno specialista certificato secondo la direttiva europea MiFID del 2004, nonché appartenente ad organismi di vigilanza quali il CySEC. Questi presupposti saranno fondamentali per poter agire in totale sicurezza, ma dovranno essere coadiuvati da una professionalità e una trasparenza che aiutino l’investitore a riporre piena fiducia nella sua figura. Per chi si trovi agli inizi del percorso di trading, inoltre, sono anche previste le modalità demo, grazie alle quali è possibile simulare investimenti con soldi virtuali e “allenarsi” senza rischi.

Trading sulle azioni di Borsa Italiana

Tra le operazioni più “gettonate”, c’è sicuramente il trading sulle azioni di Borsa Italiana. Innanzitutto bisogna conoscere l’orario di apertura di tali borse che, analogamente a tanti altri uffici, è dalle 9 alle 17,30. Per mezzo del broker online, si deciderà quali titoli acquistare e tale operazione viene denominata posizione long, oppure quali vendere (short). Si possono anche impostare preventivamente determinati parametri: lo stop loss e il take profit. Il primo, come suggerisce il nome, limita le perdite stabilendo un prezzo massimo di spesa; il secondo interviene automaticamente quando questo prezzo venga superato e chiuderà la posizione garantendo un profitto immediato.

Per effettuare investimenti mirati sarà necessario anche conoscere la tendenza del mercato, basandosi sul FTSE MIB, il principale indice azionario, con sede alla borsa di Milano, che funge da termometro per verificare lo stato di “salute” delle azioni italiane. Si potrà, quindi, avere il polso della situazione e un’idea relativamente precisa dell’andamento di determinati indici, adottando così la strategia migliore.

Le flessioni della borsa nel trading online

Con la crisi economica di questi ultimi anni, purtroppo, anche le borse subiscono flessioni importanti e improvvise, soprattutto perché esistono molte piccole realtà, oltre a quelle più stabili e conosciute del settore bancario o energetico, che possono affermarsi o fallire facilmente nel giro di poco tempo. Questo significa doversi aggiornare continuamente sulle tendenze del mercato e l’ausilio di un broker davvero esperto diventa determinante per non sbagliare. Uno strumento spesso utilizzato nei portali, ma abbastanza rischioso, consiste nella cosiddetta leva finanziaria: si tratta di un’arma a doppio taglio che va maneggiata con cura, perché fa affidamento su prestiti e previsioni economiche, quindi può far guadagnare ma anche perdere più di quanto si sia investito inizialmente.

Il principio è quello d’investire un capitale superiore a quello che si possiede in realtà, contando sull’aumento del valore capitale (dopo aver fatto le dovute previsioni) e sfruttando uno o più prestiti. Se l’operazione va a buon fine, si può avere un ricavo anche triplicato, ma se la previsione è errata o la tendenza s’inverte all’improvviso, si crea una situazione d’indebitamento direttamente proporzionale al rischio corso, interessi inclusi.

Altre strategie molto utilizzate nel mercato azionario, e spesso proposte dai broker, sono le operazioni binarie, che rappresentano una previsione della tendenza che può assumere una determinata azione in un preciso lasso di tempo, o gli investimenti nel Forex (Foreign Exchange), ossia il mercato delle valute. Fare previsioni economiche, in generale, è un’abilità statistica che si acquisisce con il tempo, l’esperienza e i consigli del broker. Vi sono strumenti, però, che supportano in tale operazione e uno tra i più noti è, senz’altro, l’Onda di Wolfe, che si basa sul presupposto che vi è un andamento relativamente periodico nel valore delle azioni.